Home Spettacolo Cinema

Caso Weinstein, dopo il clamore su Asia Argento arrivano le accuse di Rosario Fiorello

CONDIVIDI

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche Rosario Fiorello contro Harvey Weinstein. Il noto showman siciliano ha affidato alla sua pagina ufficiale su Facebook il racconto della vicenda che lo ha visto soccombere, molti anni fa, all’arroganza del produttore cinematografico americano.

Fiorello ha raccontato di essere in possesso di una lettera firmata proprio da Weinstein e nella quale il produttore mette alla gogna l’artista italiano, spiegandogli che da quel momento in avanti non avrebbe più lavorato ad Hollywood. Il motivo? Fiorello, non interessato alla carriera da attore di cinema, aveva rifiutato una piccola parte nel musical “Nine”. Fiorello ha rivelato che nello scritto in suo possesso si legge che Weinstein non tollerava il fatto di aver ricevuto un no da lui che considerava “un signor nessuno”.

Il primo incontro di Fiorello con il produttore risale al 1999, periodo in cui Weinstein era alle prese con la produzione del film “Il talento di Mr. Ripley”. Fiorello, a tal proposito, a raccontato che in quei momenti non era difficile incontrare Hervey Weinstein alle feste, e che di certo il suo atteggiamento non era tra i più misurati in quelle occasioni. Weinstein, infatti, ordinava fiumi e fiumi di champagne con fare molto sornione.

La bomba su Harvey Weinstein è scoppiata il 5 ottobre scorso in seguito alle rivelazioni– tra cui anche quelle di dipendenti ed ex dipendenti delle sue case di produzione- ed ai documenti legali raccolti dal “New York Times”. Attualmente è salito a 40 il numero delle donne che avrebbero subìto da lui molestie sessuali, molto spesso con la paura di perdere importanti occasioni di lavoro e carriera nell’ambito dello “star system”. Il terremoto mediatico che ha colpito la celebrità ha sollevato un mare di polemiche ed incredulità anche in Italia: Asia Argento, la celebre figlia del noto regista, ha dichiarato di essere stata tra le sue vittime. E come sempre, le dichiarazioni dell’Argento hanno diviso l’opinione pubblica, sia tra i famosi sia tra la gente “comune”.

Maria Mento