Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

“L’omosessualità non è una cosa seria”, Forza Nuova contro l’Università di Torino

CONDIVIDI

“La storia è una cosa seria, l’omosessualità no”. Queste le agghiaccianti parole riportate su uno striscione appeso davanti ai cancelli di Palazzo Nuovo, a Torino. Il gesto è stato messo a segno la notte scorsa, ed è un’evidente contestazione nei confronti dell’Università di Torino.

L’Unito ha infatti inserito nel programma del Dams un nuovo corso di studi, denominato “Storia dell’Omosessualità”. Una decisione che non è stata affatto digerita dal movimento politico di estrema destra Forza Nuova, che ha rivendicato la paternità dell’azione notturna. A rimuovere lo striscione ci hanno pensato alcuni militanti dello spazio occupato Manituana: “Finché questo tipo di persone non saranno in grado di documentarsi sulla storia – hanno detto i giovani – continueremo a trovarci davanti ad una mentalità estremamente chiusa e retrograda”.

Il gesto dei militanti neofascisti ha sollevato molte polemiche, con diversi esponenti politici della città che hanno commentato con sdegno l’accaduto. Su tutti il consigliere regionale Marco Grimaldi, che ha rivolto un plauso ai ragazzi che hanno immediatamente rimosso lo striscione: “Oggi come ieri sono orgoglioso della nostra Università e a quelle quattro teste rasate direi solo che la storia è una cosa seria, la loro è solo farsa e tragedia”.

Di parere opposto il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, che ha definito l’istituzione del corso “una pagliacciata senza senso”.