Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Spinse un 77enne dalla scogliera uccidendolo: nessuna galera per il 17enne, farà volontariato per anziani

CONDIVIDI

Farà volontariato in un centro per anziani, andrà a scuola e frequenterà corsi di legalità per tre anni il 17enne che ha spinto ed ucciso Giuseppe Dibello da una scogliera di Monopoli, Bari, lo scorso due maggio.

In molti ricordano quel fatto sconvolgente: Dibello fu spinto dagli scogli assieme ad un 75enne, Gesumino Aversa, fortunatamente sopravvissuto. Fu accusato di omicidio volontario un 17enne, che, sulla scogliera in compagnia di un 15enne, avrebbe sorpreso i due anziani alle spalle e li avrebbe spinti in acqua ‘per fare uno scherzo’. Dibello, purtroppo, urtò gli scogli nel volo, perse i sensi, e quindi annegò. Secondo il legale del ragazzo, non c’era “Nessun movente, il giovane voleva fargli fare solo un bagno fuori stagione”. Il 15enne verrà processato nel 2018 per omissione di soccorso.

Il tribunale dei minorenni di Bari ha però accettato la proposta dell’avvocato Giuseppe Sardano, che difende il 17enne, di evitargli la prigione e di applicare la misura alternativa della messa alla prova per tre anni, in una comunità per minorenni di Caserta. Qui verrà applicato un programma rieducativo, solo al termine del quale il reato sarà dichiarato estinto.
Il 17enne, fra le altre cose, dovrà frequentare la scuola, istituto alberghiero, fare sport, volontariato per anziani ed alla Caritas, frequentare delle sedute di sostegno psicologico e frequentare corsi di legalità.

Roversi MG.