Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

USA, polizia insegue auto a 170 km/h. Ma alla guida c’era un bambino di 10 anni

CONDIVIDI

Gli inseguimenti da parte della polizia statunitense sono all’ordine del giorno. Spesso, infatti, può capitare di seguire in diretta sulle pagine Facebook delle principali testate nazionali quelle scene da film dove un fuggitivo fa di tutto per seminare le auto delle forze dell’ordine.

Di certo, però, quando la polizia dell’Ohio si è lanciata all’inseguimento di un’auto che andava alla folle velocità di 170 km orari non poteva immaginare chi si trovasse alla guida della vettura.

Dopo un’ora la polizia è riuscita finalmente a fermare l’auto. Lì la grande sorpresa: al volante c’era infatti un bambino di soli 10 anni. Stando a quanto ricostruito dagli stessi agenti, pare che il piccolo ‘pilota’ abbia rubato le chiavi della macchina al padre prima di essere accompagnato a scuola. E non è tutto: secondo quanto riferito dalla madre, non sarebbe nemmeno la prima volta.

Gli agenti hanno fermato il piccolo e l’hanno tirato fuori dal veicolo. Ma il bambino non si è affatto pentito del gesto: alla vista della polizia ha cominciato a scalciare e sputare addosso agli uomini in divisa, che non hanno potuto fare altro che ammanettarlo.

Un caso simile è accaduto in California, dove un uomo di 29 anni, Genoro Lopez, è stato arrestato perché ha lasciato la macchina a suo nipote di undici anni.