Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Denunciò la morte della moglie, l’autopsia lo inchioda: è stato lui

Denunciò la morte della moglie, l’autopsia lo inchioda: è stato lui

E’ stato lui ad ucciderla, soffocandola con un cuscino perchè troppo stanco di doverla accudire da solo. Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Catania hanno provveduto ad arrestare Gaetano Barra, 61 anni, perchè ritenuto responsabile della morte della moglie, Maria Visalli, 71 anni, avvenuta lo scorso 13 agosto all’interno della sua abitazione.

L’uomo aveva denunciato la morte della moglie, sostenendo che la sera prima la 71enne si era sentita male e aveva la temperatura corporea particolarmente alta. Pertanto aveva ritenuto opportuno somministrarle dei farmaci, ma la donna non era riuscita ad assumerli per croniche difficoltà nella deglutizione. La mattina seguente, al suo risveglio, aveva notato che la moglie non respirava più.

Ma l’autopsia eseguita sul corpo di Maria Visalli ha rivelato una verità molto diversa dal racconto del marito. I medici hanno infatti attestato che la morte poteva essere imputabile “ad una compressione della regione cervicale e toracica, posta in essere verosimilmente con interposizione di un mezzo soffice (lenzuola, coperte, cuscino)”. Oltre ai referti dell’autopsia, hanno pesato le dichiarazioni di Barra e della sorella in seguito al fatto e le successive intercettazioni.

Per questo, il 61enne è stato arrestato con l’accusa di omicidio, con l’aggravante di avere commesso il fatto approfittando della ‘minorata’ difesa della donna e per essere stato commesso con abuso delle relazioni domestiche.