Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca “Bambini, come compito intervistate i migranti” la rivolta delle madri contro lo...

“Bambini, come compito intervistate i migranti” la rivolta delle madri contro lo ‘strano compito’

Come compito scolastico, intervistare gli immigrati che vivono nel proprio quartiere di residenza e fare loro una serie di domande che sono state compilate dalla maestra. Un compito facoltativo, è vero, ma che ha sconvolto le madri ed i padri della III G della scuola media Roli, a Borgo San Sergio, a Trieste.

Una delle mamme che ha la figlia in classe, Deborah Clari, ha denunciato il caso con un post su Facebook e subito la questione è diventata virale. “Sembra normale che un’insegnante chieda ai propri alunni di andare in giro per Trieste a fermare gli immigrati e chiedere la loro storia, il loro passato come compito a casa? Parliamo di ragazzini di 13, 14 anni! Uno è andato e il giorno dopo ha riferito a questa insegnante che l’immigrato lo ha insultato ed è dovuto scappar via. Ma con tutto quello che si sente danno ‘sti compiti per casa? Ditemi voi se è cosa normale!” ha scritto la madre.

La donna ha il dente avvelenato con l’insegnante anche per altri motivi: ha denunciato che “fa pressioni politiche, decisamente di sinistra, sui ragazzini, invece di dar loro gli strumenti per farsi una loro opinione. Ha dato della razzista a mia figlia solo perché si è permessa di dire che non tutti gli immigrati sono rifugiati politici e non tutti sono qua per lavorare. Per far capire che i migranti sono povera gente scappati dalla guerra, socievoli, buoni e quant’altro, ha assegnato il compito senza che noi genitori fossimo ufficialmente informati né avessimo mai autorizzato una cosa del genere”.

Secondo il dirigente della scuola, Mauro Dellore, il compito era facoltativo e “Alcuni studenti si sono offerti di realizzare l’intervista e hanno inserito nel diario la consegna; attraverso questo canale le famiglie sono state informate preventivamente delle caratteristiche del compito”.

Roversi MG.