Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Corea del Nord, crolla tunnel in sito nucleare: 200 morti

CONDIVIDI

Ci sarebbero stati almeno 200 morti in seguito al crollo di un tunnel del sito nucleare di Punggye-ri, in Corea del Nord. La tragedia è accaduta lo scorso 10 ottobre, ma solo oggi la notizia è stata diffusa dall’agenzia sudcoreana Yonhap, che ha precisato come l’incidente sia avvenuto durante i lavori di scavo di un’altra galleria.

Punggye-ri è il sito spesso utilizzato dal regime di Kim Jong-un per i test missilistici che hanno provocato forti tensioni con gli Stati Uniti, compreso quello del 3 settembre scorso.

Stando a quanto sostenuto dalla tv giapponese Asahi, la responsabilità dell’incidente sarebbe da ricercare dall’indebolimento del terreno provocato dalle forti scosse di terremoto – la maggiore di magnitudo 6.3 – registrate nella zona e causate a loro volta dai test nordcoreani.

Per la Yonhap, invece, la tragedia si sarebbe verificata in seguito a lavori di ampliamento del sito. Ora la preoccupazione riguarda il possibile rilascio di materiale radioattivo: è l’allarme lanciato dal responsabile della Korea meteorological administration, l’agenzia che sovrintende anche sui terremoti, che nella giornata di ieri, durante un un’audizione parlamentare a Seul, ha spiegato come “un’ulteriore esplosione avrebbe potuto far crollare la montagna”, causando appunto il rilascio di radioattività.

Una vicenda che va certamente ad aumentare le frizioni tra gli USA e la Corea del Nord.