Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Julia, scomparsa e ritrovata senza vita in una pozza di sangue: ricercato un magrebino

CONDIVIDI

Si è conclusa nel peggiore dei modi la ricerca di Juliya Jaksic, una donna di 38 anni originaria del Montenegro, che era scomparsa nella notte fra sabato e domenica 22 ottobre, secondo la denuncia di amici e parenti. La donna viveva nel quartiere Pallonetto di Napoli, e secondo il loro racconto un suo amico nordafricano era venuto a prenderlo in un bar della stazione centrale, non prima di averle fatto una grossa scenata di gelosia di fronte ad un altro bar, poco distante.

Il cadavere della donna è stato trovato in una casa di Cervino. Ormai il corpo era in stato di decomposizione, giaceva in quella casa non sua con una ferita alla testa forse per un colpo di pistola, in una pozza di sangue. I primi ad intervenire sono stati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Marcianise: ormai per la donna era troppo tardi, era morta da giorni. Le imposte della casa erano chiuse, tutta l’aria era satura di odore di decomposizione: una scena orrenda si è palesata di fronte agli occhi dei soccorritori.

Il decesso, secondo un primo esame del medico legale, può risalire anche ad una settimana fa. Ora la squadra mobile della questura di Caserta indaga, e soprattutto vuole scoprire dove si trova il misterioso marocchino che Juliya Jaksic conosceva ed aveva incontrato. Potrebbe essere l’ultima persona ad averla vista viva. L’uomo secondo i parenti della vittima sarebbe fuggito in Marocco, e ha cancellato anche il suo profilo Facebook.

Roversi MG.