Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Lecco, espulso l’imam del centro culturale islamico: contattava terroristi, era un ‘predicatore...

Lecco, espulso l’imam del centro culturale islamico: contattava terroristi, era un ‘predicatore d’odio’

L’imam di Lecco, Idriz Idrizovic, di origini kossovari, è stato espulso per mezzo di un decreto dal territorio italiano. L’uomo, che fino a poco tempo fa era imam in un centro culturale islamico nella provincia di Lecco, aveva dei contatti con dei mujaheddin del Kosovo come Idriz Bilbani, impegnato in varie attività di propaganda e radicalizzazione ed arrestato nel 2014 dalla polizia Kosovara perché ritenuto coinvolto in atti terroristici; Bilal Bosnic, jihadista dichiarato e predicatore itinerante, sempre arrestato nel 2014 dalla polizia kossovara nel corso di un’operazione antiterrorismo, ed altri soggetti di chiaro stampo jihadista.

Si è scoperto che l’imam si collegava con l’emittente radiofonica del Kosovo Radio Bambus, che trasmetteva a bassa frequenza in un solo villaggio kossovaro, quello di Restelica Gora, e nel resto del mondo comunicava via web. In quelle occasioni, Idriz Idrizovic leggeva, traduceva e commentava passi del Corano e teneva dibattiti via Skype o Viver.

Idriz Idrizovic teneva dei rapporti anche con la comunità islamica del Kossovo che si trovava in Germania, ed aveva fatto più tappe in Germania: le autorità tedesche, però, quest’anno lo avevano respinto ritenendolo un predicatore d’odio salafita, coinvolto nella radicalizzazione di combattenti stranieri per lo Stato Islamico.
Idriz Idrizovic portava avanti un’attività di proselitismo e convinceva le persone della ‘necessità della jihad’. Era attivo anche a Milano, nel centro islamico di Viale Jenner.

Roversi MG.