Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo La figuraccia social di Rula Jebreal: “Il terrorista viene dall’Uzbekistan, in Russia”...

La figuraccia social di Rula Jebreal: “Il terrorista viene dall’Uzbekistan, in Russia” e dà colpa a Putin

Rula Jebreal, scrittrice israeliana naturalizzata italiana, ha fatto una figuraccia social su Twitter qualche ora dopo il terribile attentato di New York, compiuto da un 29enne di origine uzbeka.
La donna infatti ha twittato che “The suspect came from Uzbekistan, part of Russia, former Soviet Union” cioè “Il sospetto viene dall’Uzbekistan, che fa parte della Russia, ex Unione Sovietica”.

Inutile dire che il web si è immediatamente scatenato: l’Uzbekistan è uno stato indipendente da ben 26 anni, dal 1991 per la precisione, e se è vero che è stato a suo tempo parte dell’Unione Sovietica, sicuramente non fa assolutamente parte dell’odierna Russia.
La Jebreal ha cancellato la pagina dove ha scritto il banale errore (fra l’altro evitabile con una veloce ricerca su Google) ma ha mantenuto vivo il collegamento con la Russia.

La Jebreal infatti ha attribuito una non meglio precisata responsabilità morale dell’attentato a Putin, definito come ‘tiranno’. In un altro tweet scrive che “Il terrorista viene dall’Uzbekistan” e collegando in maniera non chiara l’Uzbekistan, ancora una volta, a Vladimir Putin, scrive anche “Un’altra prova che i tiranni incrementano il terrore e producono radicalizzazione di massa”.
Insomma, in un modo o nell’altro, lo strambo volo pindarico della Jebreal giunge dove voleva arrivare fin dall’inizio: dare la colpa a Putin dei radicalizzati Uzbeki.

Roversi MG.