Home Tempi Postmoderni Scienze

Stephen Hawking mette in guardia il mondo sulla pericolosità dell’intelligenza artificiale

CONDIVIDI

E’ abbastanza probabile che l’intelligenza artificiale sostituirà gli esseri umani del tutto” ha avvertito il fisico brittanico Stephen Hawking.

Lo sviluppo umano di robot e computer alla fine raggiungerà un punto critico quando diventerà una “nuova forma di vita che supererà gli esseri umani“, ha detto il fisico di Cambridge. “Se la gente progetta virus informatici, qualcuno disegna l’IA che migliora e replica se stessa“.
Il professore, 75 anni, ha detto in precedenza di non vedere una differenza sostanziale tra ciò che un cervello umano e un computer possono immagazzinare, quindi ne consegue che ad un certo punto le macchine possono diventare migliori di noi, ha detto nella stessa intervista rilasciata alla rivista ‘Wired‘.

Credo che siamo giunti al punto di non ritorno“, ha detto. “La nostra Terra sta diventando troppo piccola per noi, la popolazione globale sta crescendo a un ritmo allarmante e rischiamo di autodistruggerci“. Abbiamo urgente bisogno di più giovani per interessarci alla ricerca spaziale, ha detto, così possiamo colonizzare altri pianeti e salvare la nostra specie. Ha anche detto che dovremmo prepararci a lasciare la terra in 100 anni, e che un” governo mondiale “potrebbe essere la nostra unica speranza.

Purtroppo, però, la politica è anche una grave minaccia per l’ umanità in questo momento, egli crede. La decisione di Donald Trump di uscire dall’accordo sul clima di Parigi potrebbe “spingere la Terra sull’orlo”, ha detto. “Siamo vicini al punto critico in cui il riscaldamento globale diventa irreversibile. L’azione di Trump potrebbe essere l’ultima goccia che farà traboccare il vaso“.

Mario Barba