Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Padre di 31 anni uccide la figlia adottiva di appena 18 mesi

CONDIVIDI

Un istruttore di fitness è stato condannato per l’omicidio perpetrato ai danni della figlia adottiva di soli 18 mesi colpendola violentemente alla testa.

Matthew Scully-Hicks, 31 anni, ha inflitto un catalogo di ferite – tra cui vari lividi e una gamba rotta a seguito di una caduta dalle scale – negli otto mesi in cui gli è stata affidata la piccola Elsie. La bimba è deceduta 4 quattro giorni dopo, per un un trauma cranico occorso a causa delle percosse subite, solo due settimane dopo essere stata formalmente adottata dall’imputato e suo marito.

La Corte Suprema di Cardiff ha sentito Scully-Hicks, che ha pianto a dirotto quando il verdetto è stato reso noto, mentre ascoltava le testimonianze di vicini e conoscenti che hanno dichiarato di aver sentito spesso gridare dalla casa dell’imputato oscenità del tipo “Chiudi quella c**** di bocca“, chiamando la bambina “una piccola s***** monella che sa solo frignare” quando piangeva.

Mario Barba