Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Vedova riaccarezza il volto del marito scomparso trapiantato su aspirante suicida

CONDIVIDI

Nel 2006, nello Stato americano del Wyoming, due giorni prima di Natale, Andy Sandness aveva tentato il suicidio sparandosi in faccia con un fucile. 

Miracolosamente scampato, era rimasto irrimediabilmente sfigurato.

Per molto tempo Andy è vissuto col viso completamente distrutto: non aveva più né naso né bocca ed aveva perso parzialmente l’uso della vista.

10 anni dopo il terribile incidente Calen Ross, si è tolto la vita nella sua abitazione del Minnesota, lasciando la moglie Lilly che stava aspettando un bambino.

Il dottor Samir Mardini, il chirurgo plastico che per anni ha seguito il caso di Andy, lo scorso anno ha convocato il suo paziente, annunciandogli che la Mayo Clinic stava per lanciare il programma di trapianto di faccia.

Calen Ross pareva essere proprio il candidato ideale, cosicché i medici hanno convinto la vedova a donare, oltre ai vari organi, anche il volto del defunto marito.

Quindi l’intervento si è fatto e dopo 56 ore di sala operatoria, il redivivo Andy, si è risvegliato con un volto nuovo.

16 mesi dopo l’operazione Lilly, che intanto ha dato alla luce il figlio Leonard, di 18 mesi, ha incontrato Andy.

E’ stato un momento particolarmente toccante, quando le è parso di sfiorare nuovamente il volto dell’amato consorte: “Incontrare Andy, mi ha finalmente permesso di chiudere questo orribile capitolo”, ha detto la donna.

MDM