Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Ignoti rubano 18 volte i fiori ed i vasi dalla tomba di un bimbo morto di tumore: l’ira dei genitori 

CONDIVIDI

Una mancanza di rispetto che sa di sacrilegio quella che sta vivendo la famiglia di Giacomo Martinelli, il bimbo di 9 anni di Codroipo, provincia di Udine, che nel 2015 è morto a causa di un tumore che non gli ha lasciato scampo. Un dolore enorme per tutta la sua famiglia, per i genitori Luca ed Annalisa. Ma ancora più doloroso del ricordo, l’idea che il piccolo non possa riposare in pace.

Infatti la tomba del bambino viene continuamente depredata dei fiori e dei vasi che, numerosi, vengono posti in loco dalla famiglia, parenti ed amici. I ladri non lasciano in pace la tomba del piccolo Giacomo, e questo non fa altro che riaccendere il dolore ed anche la rabbia dei genitori. Che raccontano al Messaggero Veneto che ormai i furti si sono ripetuti 18 volte, anche nella scorsa settimana.
“Sono davvero esasperata. Questi furti mi fanno male al cuore e non per il valore economico delle piante, ma per il gesto così vile e irrispettoso nei confronti di Giacomo ma anche delle tante persone che gli hanno voluto bene e che continuano a portargli fiori come i suoi amici”.

Abbiamo subìto in una settimana tre furti, un’altra volta gli avevano portato una bellissima pianta e dopo due giorni era già sparita e non ci hanno lasciato nemmeno il biglietto” ha raccontato la madre che dice che i ladri scelgono ‘le piante più belle’. Finora le telecamere di videorosveglianza del cimitero non hanno dato risultati. Purtroppo il furto dei fiori è un fenomeno abbastanza diffuso nei cimiteri di Codroipo, e quello che sconvolge di più è che spesso i fiori sono calpestati o gettati via in malo modo: le famiglie sono arrabbiate per questa mancanza di rispetto verso i loro cari defunti.

Roversi MG.