Home Tempi Postmoderni

Le carole di Natale fanno male! Lo dice la scienza

CONDIVIDI

Il Natale è alle porte e, come accade ogni anno, per tutto il periodo di festa ci capiterà di ascoltare nei negozi, nei mercatini, o per le strade illuminate a festa, brani celeberrimi come White Christmas”, “Silent Night”, “We Wish You A Merry Christimas” e l’abusata “Jingle Bells.

Ebbene forse è il caso, quest’anno, almeno per alcune categorie di persone, di tapparsi le orecchie, perché è stato stabilito che le carole natalizie fanno male alla salute.

Lo dice appunto una ricerca coordinata dalla dottoressa Linda Blair, psicologa clinica e giornalista del Telegraph, in cui si spiega come queste melodie producano effetti negativi sul cervello umano, limitando la concentrazione: “I commessi dei mercatini natalizi – ha detto la studiosa – sono costretti ad abbassare il volume della musica perché altrimenti questa impedirebbe loro di concentrarsi su qualsiasi altra cosa. Consumi tutte le tue energie provando a non ascoltare ciò che stai a tutti gli effetti ascoltando”.

Al contrario, nel 2005, uno studio condotto dal professor Eric Spangenberg, ha rivelato che l’impiego di questi motivetti nei centri commerciali migliora le vendite, perché induce i clienti a fare più acquisti.

Questo avverrebbe, però, solo con le melodie lente, che porterebbero gli acquirenti a rallentare il ritmo delle loro azioni e a rimanere più tempo all’interno dei negozi.

MDM