Home Spettacolo Gossip Naike Rivelli sui casi di molestie: da noi prostituzione, l’Italia crollerebbe come...

Naike Rivelli sui casi di molestie: da noi prostituzione, l’Italia crollerebbe come una “House of Cards”

Sull’onda delle ripetute accuse di molestie sessuali ai danni di attrici e subrettes da parte di uomini potenti, sembra non esserci scampo per una miriade di registi e produttori costretti a piegarsi dopo anni e anni di silenzio. Ma probabilmente ai più non è sfuggito che la mossa del #MeToo femminista sia decisamente sfuggita di mano.

Ad esprimere un parere deciso e “arrabbiato” è a sorpresa l’attrice Naike Rivelli, figlia di Ornella Muti, con una modalità che coglie appieno la questione, facendo del meccanismo mediatico un suo alleato. E così spuntano su Instagram pose sexy in topless di spalle, con ridotti slip su sfondi “ameni”, foto accompagnate da commenti e cancelletti un po’ meno bucolici: #calippocratiche, #prostituzione, #corruzione, ecc.

In particolare Naike interviene, fra gli scandali delle ultime settimane, sul caso di Kevin Spacey, accusato di molestie poco dopo il caso Weinstein. La carriera del pluripremiato protagonista di “House of cards” pare essere sull’orlo del declino a seguito delle accuse a suo danno. Riprendendo la metafora del “Castello di carte” su cui si reggerebbe l’Italia, Naike scrive nel suo post su Istagram:

“Voci di corridoio… da noi sono poche le molestie e le violenze, pare che ci sia più un problema di prostituzione, favoreggiamento di calippocratiche , papponismo e corruzione … voci di corridoio sostengono che ..: altro che house of cards se da noi fanno i nomi.. CROLLA TUTTA L’ITALIA!!”.

M.Valentina Colasuonno