Home Notizie di Calcio e Calciatori L’ex campione tedesco contro l’Italia: “Campioni del Mondo, adesso?”

L’ex campione tedesco contro l’Italia: “Campioni del Mondo, adesso?”

E’ uno dei momenti più bassi della storia della Nazionale italiana. La Nazionale capace di vincere quattro campionati mondiali nella sua storia (1930, 1934, 1982, 2006), rimasta fuori dalla competizione iridata solo una volta (come ricordato spasmodicamente in questi giorni nel 1958) ritorna a fare la storia in negativo a 60 anni dall’ultimo fail nelle qualificazioni mondiali, non qualificandosi per la fase finale dei mondiali di Russia.

Non ci sarà nessuna campagna russa per gli Azzurri e forse è anche meglio così, considerando i due sanguinosi precedenti di Sudafrica e Brasile (quando siamo riusciti a farci eliminare da ‘corazzate’ del calibro di Nuova Zelanda, Slovacchia e Costa Rica).

Al netto delle autocritiche (che, d’altra parte, dovrebbero essere fatte da ben altre figure), scriviamo questo articolo – l’ennesimo sulla disfatta di ieri sera (il primo scritto da noi di NN) – riportare la reazione social di un ex calciatore tedesco, Michael Ballack. Un assoluto campione, incapace però di vincere un Mondiale (nel 2006, in casa, fu eliminato proprio dall’Italia) e – a ben vedere – nessun trofeo internazionale.

Subito dopo il fischio finale dello sciagurato match di ieri contro la Svezia, l’ex del Bayern Monaco ha pensato bene di pubblicare un cinguettio su Twitter non certo intriso di fair play

Ma siccome non abbiamo voglia di amareggiarci, vogliamo riportare alcune dlele risposte all’ex centrocampista (accusato per altro di essere ‘falzo’ per le foto postate in precedenza per celebrare due grandissimi del nostro calcio come Pirlo e Del Piero. Loro sì capaci di vincere in ambito internazionale):

tra chi riporta gif tratte dal Mondiale del 2006 (che ormai ha fatto storia. Ed è meglio che inizamo a considerarlo così, come un pezzo di storia) e chi si affida a volgarità assortite, c’è chi se ne esce col tipico genio tricolore, postando questa immagine (corredata da un commento leggermente offensivo, ma vabbè. Alla mancanza di fair play va anche bene rispondere con poco fair play):

Che vale più di qualsiasi commento.