Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Commilitoni sparano ad un soldato nordcoreano mentre varca il confine verso Sud

Commilitoni sparano ad un soldato nordcoreano mentre varca il confine verso Sud

Una notizia giunta dalla Nord Corea fa riflettere sul clima che aleggia finanche nell’esercito di Kim Jong-Un, nonostante sia bene riflettere su quanta propaganda occidentale influisca in realtà sulle notizie giunte dall’oriente.

Un soldato ha disertato scappando lunedì sera, ma è stato beccato mentre varcava il confine sudcoreano e colpito più volte dai suoi commilitoni con armi da fuoco. Riportando ferite alla spalla e al braccio, il militare è stato trasportato in ospedale.

E’ evaso attraversando la zona demilitarizzata (Dmz) del villaggio di Panmumjom, che è altamente sorvegliata dai soldati, per questo è la scelta meno attuata dalla maggior parte delle persone che decidono di abbandonare il Paese. Una via pericolosa quindi, non solo per le mine di terra e il filo spinato, ma anche perché in questa zona i soldati degli opposti Paesi si trovano sulla stessa linea di confine, quindi c’era il rischio di essere ucciso da entrambe le parti. Le ragioni della fuga dell’ufficiale sono rimaste misteriose, ma si evince dal suo gesto disperato che non deve aver avuto molta scelta.

I reports indicano un discreto tasso di evasioni di civili, circa un migliaio all’anno, che passano da Nord a Sud lungo il confine con la Cina, evitando le zone calde. Tuttavia, nell’ultimo è stato registrato un calo del 13% nelle defezioni, probabilmente per una più dura sorveglianza governativa e una rafforzata sicurezza alla frontiera da parte dei nordcoreani e dei cinesi. In particolare, questa è stata la quarta defezione di un soldato nordcoreano attraverso la zona demilitarizzata negli ultimi 3 anni.

M.Valentina Colasuonno