Home Spettacolo Cinema Disney lascia Netflix e crea il suo servizio di streaming: costerà meno

Disney lascia Netflix e crea il suo servizio di streaming: costerà meno

La Disney sta ufficialmente lavorando per una propria piattaforma di streaming e abbandonerà già dal 2019 tutte le piattaforme dove viene attualmente ospitata.

Dopo Netflix, Amazon, Hulu, HBO Go e CBS All Access, adesso anche la Disney si trova in procinto di lanciare un nuovo servizio di streaming che, però, non prevede accordi che permetteranno una varietà di contenuti nel servizio. Infatti Disney avrà solo contenuti Disney. Ma Disney è proprietaria anche di Marvel e Star Wars, due realtà che al loro interno generano numerosi contenuti di vario tipo e che arricchirebbero molto la piattaforma streaming.

L’amministratore delegato della Disney, Bob Iger, ha dichiarato che il servizio streaming che l’azienda sta per lanciare costerà meno di Netflix. Ecco cos’ha detto:

“Posso dire che il nostro piano sul lato Disney è di farlo costare sostanzialmente meno di quanto costi Netflix. Questo in parte riflette il fatto che avrà sostanzialmente una dimensione minore. Avrà molta alta qualità per i brand e i franchi se che ci saranno di cui abbiamo parlato. Ma sarà lanciato con un volume minore, e il prezzo rifletterà questo.”

Scontato sembra che il servizio ospiterà i classici dello studio d’animazione e live action e in più si annuncia l’arrivo di una serie tv live action tutta dedicata a Star Wars. Quindi certo sembra che il materiale non mancherà. Resta da capire quando avverrà il debutto di questa piattaforma streaming e se a quel punto tutte le proprietà Disney scompariranno dai siti contendenti. Ma soprattutto resta da capire anche dove avverrà il debutto.

Al di fuori degli Stati Uniti la situazione non dovrebbe cambiare: la Disney si è infatti sempre riferita a quel territorio senza lasciare intendere di avere piani anche per il resto del mondo; Le dichiarazioni di Netflix non si sono fatte attendere:

“I nostri accordi con Disney al di fuori dagli Stati Uniti rimangono esattamente come sono e la decisione di Disney non ha alcun impatto sui film che potremmo avere tramite accordi separati nei mercati internazionali. La scelta di Disney riguarda esclusivamente gli Stati Uniti ed è relativa solo ai film cinematografici. I membri di Netflix negli Stati Uniti avranno accesso ai film Disney disponibili sul catalogo fino alla fine del 2019, compresi tutti i nuovi film che verranno proiettati nelle sale cinematografiche entro la fine del 2018. Continuiamo a collaborare con la Walt Disney Company a livello globale su molti fronti, inclusa la Marvel Tv”

 

Stefano Vilardo