Cadavere trovato nelle campagne, il DNA conferma: è il corpo di Renata, la pittrice scomparsa 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

Il DNA ha confermato quello che già si temeva: cioè che il corpo senza vita di donna trovato in un dirupo, nelle campagna di Tolentino, in provincia di Macerata, è quello di Renata Rapposelli.
La donna era una pittrice di Ancona, che è scomparsa il 9 ottobre da Giulianova e da allora non aveva più dato sue notizie.

La conferma è stata data dall’esame del DNA fatto ieri sul cadavere, ormai nella fase della riduzione scheletrica quando è stato trovato nel piccolo burrone.
Ci sono ancora tantissimi punti misteriosi per quanto concerne la morte, il presunto omicidio, di Renata Rapposelli. Ora che il corpo della povera donna è stato trovato, è iniziata l’autopsia all’obitorio di Macerata, affidata ai medici legali Tombolini e Buscemi.

Nell’indagine per omicidio e occultamento di cadavere di Renata sono indagati l’ex marito Giuseppe Santonleri e il figlio della donna, Simone. Il figlio è stato convocato dai carabinieri e si è avvalso della facoltà di non rispondere.  Invece l’ex marito della donna è stato ricoverato: descritto come una persona fragile ed in cura psichiatrica per depressione, non avrebbe retto alla notizia di ritrovamento del corpo ed ha assunto troppi farmaci.

Roversi MG.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!