Home Notizie di Calcio e Calciatori Italia, ufficiale: Ventura esonerato. Tavecchio: “Non mi dimetto”

Italia, ufficiale: Ventura esonerato. Tavecchio: “Non mi dimetto”

Niente dimissioni, nonostante il disastro, o meglio “l’Apocalisse”, come avevano definito proprio Tavecchio e Ventura l’eventuale mancata qualificazione dell’Italia a Russia 2018.

Un incubo che si è materializzato al fischio finale della gara di ritorno di San Siro, terminata 0-0, con la Svezia ad ottenere il pass per Mosca in virtù dell’1-0 conquistato all’andata in terra nordica. Un’umiliazione clamorosa, che gli azzurri non vivevano addirittura da 60 anni: per ritrovare l’ultima assenza dell’Italia ad un Mondiale di calcio bisogna tornare indietro fino al 1958, quando l’allora Nazionale di Alfredo Foni fu eliminata dall’Irlanda del Nord alle qualificazioni.

Nonostante questo, il commissario tecnico Giampiero Ventura non ha ritenuto opportuno presentare le dimissioni. Oggi, però, durante il vertice FIGC è stato ufficializzato il suo esonero. Solo il suo, però: il presidente Carlo Tavecchio ha comunicato di non avere alcuna intenzione di fare un passo indietro, e di voler restare al suo posto. Insomma, a pagare per tutti è il solo Ventura (che potrebbe essere sostituito da Carlo Ancelotti, ndr).

L’attaccamento alla poltrona di Tavecchio ha scatenato una dura reazione da parte del presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, Damiano Tommasi: “Volevo si ripartisse da zero, era l’unica cosa che mi interessava – ha detto Tommasi alla stampa – In queste condizioni diventa dura ripartire”.