Home Tempi Postmoderni L'Anti Bufala I danni del “leggi e condividi”: falsa la notizia dell’arsenico nella passata...

I danni del “leggi e condividi”: falsa la notizia dell’arsenico nella passata Mutti

Ennesimo caso-burla online nell’ambito dei falsi richiami di prodotti alimentari: per giorni i social sono stati tempestati da passaparola e notizie spaventose riguardanti le condizioni della passata di pomodoro Mutti, nella quale sarebbero state trovate tracce di arsenico.

La bufala, identificata da molti sin da subito, era stata architettata particolarmente bene, utilizzando un falso documento del Ministero, modificato.
Il Ministero della Salute rende finalmente ufficiale la smentita di tale notizia nella giornata di ieri, 15 novembre, ricordando che i richiami dei prodotti alimentari, a seguito di non conformità a controlli ufficiali, sono pubblicati sul sito del Ministero.

La notizia è stata ovviamente smentita anche dalla stessa ditta Mutti S.p.a., che ha diffuso un comunicato invitando a verificare sempre prima di condividere e diffondere allarmismo, e affermando che l’azienda ha intrapreso le opportune azioni legali a tutela della sua credibilità per individuare i responsabili:

“Denuncia è stata fatta alla Polizia Postale per questo ingiustificato allarme che costituisce reato penale. Mutti desidera rassicurare tutti i suoi consumatori: l’attenzione alla qualità e per la sicurezza dei propri prodotti è infatti alla base dei valori dell’azienda”.

A quanto pare gli italiani possono stare tranquilli e godersi la premeditata pasta asciutta della domenica, spegnendo per una volta il cellulare.

M.Valentina Colasuonno