Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente Crudeltà insensata sugli animali: polpette avvelenate ingerite da un cane guida

Crudeltà insensata sugli animali: polpette avvelenate ingerite da un cane guida

“Il cane è il miglior amico dell’uomo”: infinitamente migliore sarebbe il mondo se tutti la pensassero così, eppure ancora oggi tra i vandali e i criminali ci sono ancora gli avvelenatori di animali.
bocconi avvelenati nei parchi pubblici o per strada sono una triste realtà difficile da combattere, ma questa volta a farne le spese è stato un cane guida.

E’ successo nella giornata di martedì a Piossasco, città metropolitana di Torino (esattamente nella zona di via Petrarca e via Cavour). Un ragazzo non vedente di 27 anni ha portato il suo fido Labrador di 10 anni a fare la consueta passeggiata e poco dopo il cane ha manifestato un malore. Accompagnato tempestivamente dal padroncino presso la sede della Croce Blu del paese, l’animale è stato curato dai veterinari e si è completamente ripreso.

A seguito dell’ignominioso incidente, i familiari del ragazzo hanno perlustrato l’area trovando decine di altre polpette avvelenate con veleno per topi e hanno sporto denuncia ai carabinieri, che ora indagano per trovare i colpevoli.
Per il ragazzo non vedente il cane non è solamente un miglior amico, ma uno strumento importante per la sua indipendenza ed è una fortuna che si sia salvato.
I campioni di polpette sono stati trasferiti per analisi all’istituto zooprofilattico.

M.Valentina Colasuonno