Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

La Russia inaugura un piano da 30 milioni di euro per estrarre minerali sulla Luna

CONDIVIDI

La Russia sta progettando di colonizzare la Luna ed esplorare le sue risorse naturali come parte di ambiziosi piani per diventare una superpotenza nello spazio.

Dopo più di 40 anni dall’ultima missione lunare, Mosca sta investendo 30 milioni di euro per costruire una nuova astronave destinata al satellite terrestre. Il leader russo Vladimir Putin ha incaricato i suoi capi spaziali di eseguire un primo atterraggio sulla luna entro 15 anni. Come parte di questa unità, la sonda automatica Luna-25 (precedentemente nota come Luna-Glob) sarà inviata per esplorare il Polo Sud della Luna; il modulo atterrerà nel cratere Boguslavsky nel polo sud lunare e inizierà a trivellare il suolo.

Il veicolo spaziale raccoglierà e trasmetterà informazioni dalla stazione di atterraggio, ma nessun astronauta andrà nello spazio; ci sarà invece una stazione spaziale automatizzata che dirigerà un veicolo spaziale senza equipaggio.

La missione segnerà il ritorno della Russia come potenza spaziale in un momento in cui le sue avventure militari stanno rispecchiando i giorni della guerra fredda. Le due superpotenze sono rinchiuse in una corsa agli armamenti, hanno avvertito gli analisti, il che significa che un conflitto è “probabile in futuro” a meno che entrambe le parti non raggiungano un accordo sulla militarizzazione dello spazio.

Nel frattempo, la tecnologia missilistica minaccia la pace sulla terraferma.

Mario Barba