Home Tempi Postmoderni Scienze David Meade e la sua teoria sul Pianeta X: la terra sarebbe...

David Meade e la sua teoria sul Pianeta X: la terra sarebbe in pericolo? Per la NASA è bufala

 

 

 

 

 

David Meade è un ricercatore ed autore del  libro “Planet X- The 2017 Arrival”. Il testo enuncia una catastrofica teoria che Meade ha elaborato sull’universo, e che riguarda in particolar modo il nostro pianeta. Peccato, però, che nessuna delle teorie descritte da Meade abbia trovato compimento nella vita reale.

Secondo Meade esisterebbe un pianeta, denominato Pianeta X (definito anche Nibiru), che si starebbe “muovendo” in direzione della Terra. Il pianeta non colpirà direttamente il nostro pianeta, ma in base alla sua traiettoria sarà capace di causare catastrofi naturali tramite la forza di attrazione gravitazionale. Tra le calamità enunciate da Meade ci sono violenti terremoti e tsunami: dopo questi sconvolgimenti soltanto il 50% della popolazione mondiale riuscirà a sopravvivere.

La teoria elaborata da Meade doveva trovare il suo compimento già a partire dall’agosto di questo anno, e lui stesso aveva fissato la data della “fine del mondo” al 23 settembre 2017. Previsioni fallite, quelle di Meade, e lo studioso ha però cercato di correggere il tiro senza ritrattare: il mondo non starebbe realmente finendo, ma sta finendo il mondo così come noi lo conosciamo.

Meade è stato smentito persino dagli studiosi della NASA, che sono certi della non esistenza del Pianeta X tanto caro allo studioso, ed il mondo scientifico in generale ha assicurato che si tratta di menzogne e che non c’è nulla di cui preoccuparsi. Non solo: persino i suoi lettori si sono accorti che qualcosa non va nel libro da lui pubblicato. Infatti, Meade si concentra su prove scientifiche soltanto per una breve parte dello scritto- al fine di attrarre lettori, ritengono i più- finendo poi a parlare di tesi religiose, di sogni ed addirittura di visioni.

Maria Mento