Home Sport “Sono stato manipolato, ho pensato al suicidio”: la confessione da brividi del...

“Sono stato manipolato, ho pensato al suicidio”: la confessione da brividi del calciatore

Emmanuel Adebayor, ex calciatore tra le altre di Monaco e Real Madrid, ha parlato ai microfoni di  ‘So Foot’.

L’attaccante, che ora milita nell’Istanbul Basakeshir, ha raccontato  del suo brutto  rapporto con la famiglia che lo ha portato a pensare addirittura al suicidio.

E’ nato molto povero, e prima di diventare quello che è ha affrontato momenti drammatici: “Ho pensato in diverse occasioni al suicidio per colpa della mia famiglia – ha confessato – Ha manipolato me e i miei fratelli. Vogliono solo i soldi, non gli interessa come sto”.

Per la mia famiglia ero soltanto un bancomat: “Ho pensato più volte di suicidarmi, di farla finita. Ho tenuto dentro di me tutto ciò per anni e anni, e sono disgustato per come sono andate le cose. Ma mi sento rinato per averne finalmente parlato. Le cose sono difficili da sopportare quando lavori duramente per togliere la tua famiglia dalla povertà, ma nonostante questo si scagliano sempre contro di te. Ho sempre detto ai miei fratelli più giovani che siamo stati manipolati dalle nostre famiglie. Spesso cambio il mio numero di telefono in modo che la mia famiglia non possa contattarmi. Mi chiamano, non per chiedere come stia, ma per chiedere denaro. Vi racconto la volta che mi infortunai al bicipite femorale mentre ero al Tottenham: mi hanno telefonato mentre stavo facendo un esame strumentale per chiedermi se potevo pagare le rette scolastiche di un bambino. Prima, chiedimi almeno come sto”.