Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo I fondamentalisti islamici colpiscono ancora, 70 vittime in 2 attentati

I fondamentalisti islamici colpiscono ancora, 70 vittime in 2 attentati

Un attentato terroristico a Mubi, l’ennesimo nel nord della Nigeria,  ha causato la morte di almeno 50 persone. L’attacco terroristico è stato portato da un ragazzo che, avvicinatosi all’ingresso della Moschea durante le preghiere mattutine si è fatto saltare in aria causando il crollo della struttura religiosa. A riferire il numero delle vittime è il portavoce della polizia locale Othman Abubakar che ai media locali ha riferito: “Stiamo ancora accertando il numero delle persone rimaste ferite nell’esplosione perché si trovano ricoverate in vari ospedali del paese”.

Sebbene l’attentato non sia stato ancora rivendicato, le forze dell’ordine non hanno dubbi che dietro l’attacco kamikaze ci sia la mano del Boko Haram (gruppo terroristico affiliato all’Isis). La modalità dell’attentato infatti è la stessa di quelli precedenti che nel corso degli ultimi due anni hanno causato 20 mila vittime e 2.3 milioni di sfollati. Il gruppo terroristico africano,infatti, è in lotta con il governo centrale della Nigeria reo, secondo il loro punto di vista, di essere troppo contaminato dallo stile di vita occidentale.

Quasi in contemporanea con l’attentato a Mubi, a Tuz Khurmatu (cittadina che si trova nella parte nord dell’Iraq) è stato fatto esplodere un camion bomba. L’esplosione si è verificata al centro della città ed ha causato almeno 20 vittime stando a quanto affermato dalla televisione libanese ‘Al Mayadin‘. Anche in questo caso non c’è ancora stata una rivendicazione, ma si pensa ad un coinvolgimento dell’Isis.

F.S.