Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Otto bambini morti schiacciati, Ikea ritira 29 milioni di cassettiere

CONDIVIDI

Le polemiche generatesi in seguito alla morte di Jozef Dudek (2 anni), il bambino è stato trovato sepolto dalla cassettiera Malm a Buena Park (California) lo scorso maggio, hanno convinto la catena svedese di distribuzione Ikea a ritirare 29 milioni di esemplari di quel prodotto. Il ritiro della merce riguarda solo gli esemplari venduti negli Stati Uniti e nel Canada, mentre pare che non ci siano simili provvedimenti per quelli venduti in Europa ed in Italia.

L’incidente in questione in realtà è solo l’ultimo di una serie cominciata 28 anni fa con il primo incidente e proseguita con sette casi dal 2002 ad oggi. L’azienda si è difesa dalle accuse sottolineando come gli incidenti si siano verificati a causa della negligenza dei compratori che, per pigrizia o disattenzione, non hanno seguito le indicazioni di fissaggio contenute nella scatola della cassettiera. Ciò nonostante il colosso svedese ha deciso che la soluzione migliore è quella di ritirare i prodotti non ancora venduti, una decisione presa già in seguito alla morte dell’ottavo bambino e ribadita oggi tramite un comunicato stampa.

Nel ribadire il ritiro dei mobili, Lars Petersson (amministratore delegato di Ikea) ha dichiarato: “Vogliamo puntare l’attenzione sul fatto che il miglior modo per evitare il rovesciamento del mobile è eseguirne l’ancoraggio alla parete con gli accessori indicati nelle istruzioni di montaggio”. Aggiungendo che i clienti che hanno già acquistato la cassettiera possono decidere se ricevere il rimborso totale o ricevere gratuitamente il nuovo kit di fissaggio alla parete.

F.S.