Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Il Monsignore: “Papa Wojtyla aveva previsto un’invasione islamista, mi aveva confidato tutto…”

CONDIVIDI

Monsignor Mauro Longhi, un sacerdote dell’Opus Dei, per circa dieci anni al servizio della Congregazione del clero e da studente anche accompagnatore del Papa, ha tenuto una conferenza in Val Camonica dove ha anche ricordato alcune confidenze che il Papa Giovanni Paolo II gli aveva fatto. Confidenze che poi sono state messe online, a sua insaputa, il 22 ottobre 2017, giorno della memoria liturgica di San Giovanni Paolo II.

Il papa gli avrebbe confidato di una minaccia in arrivo: “Vedo la Chiesa afflitta da una piaga mortale. Più profonda, più dolorosa rispetto a quelle di questo millennio”.
Si chiama islamismo. Invaderanno l’Europa. Ho visto le orde provenire dall’Occidente all’Oriente…” Il Papa avrebbe anche descritto i Paesi coinvolti: “dal Marocco alla Libia all’Egitto, e così via fino alla parte orientale”.

Invaderanno l’Europa, l’Europa sarà una cantina, vecchi cimeli, penombra, ragnatele. Ricordi di famiglia. Voi, Chiesa del terzo millennio, dovrete contenere l’invasione. Ma non con le armi, le armi non basteranno, con la vostra fede vissuta con integrità” avrebbe detto il Papa.
Ma si ricorda anche quello che disse il Papa in un famoso discorso a Casablanca, a giovani musulmani: “Cristiani e musulmani, abbiamo molte cose in comune, come credenti e come uomini. Viviamo nello stesso mondo, solcato da numerosi segni di speranza, ma anche da molteplici segni di angoscia”.

Roversi MG.