Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Drogato provoca incidente: la piccola Aurora rimane paralizzata, l’INPS le nega la...

Drogato provoca incidente: la piccola Aurora rimane paralizzata, l’INPS le nega la pensione 

Una storia davvero tragica quella della piccola Aurora Masato, bambina di Dolo, Venezia, che nel 2013 è rimasta vittima di un terribile incidente causato da un soggetto sotto effetto di stupefacenti.
L’uomo (all’epoca non erano ancora in vigore le norme sull’omicidio stradale) si è fatto solo 2 anni di carcere con pena sospesa, ed ha fatto ricorso in appello contro la condanna, puntando alla prescrizione della lieve condanna avuta. La bimba invece è rimasta paralizzata, ha perso l’uso delle gambe.

La madre di Aurora, intanto, si trova senza giustizia e a dover fare i conti con assicurazioni e INPS che fanno di tutto per non pagare.
Tania Maritan, madre della piccola Aurora, si trova una figlia che è sulla sedia a rotelle.
Le cure per migliorare la vita della piccola Aurora sono davvero costose: la donna è stata contatta da una clinica specializzata negli Stati Uniti, dove Aurora si era recata solo grazie ai soldi di una colletta. Qui Tania spera che la figlia possa recuperare l’uso delle gambe.

Chiediamo all’assicurazione che si metta una mano sulla coscienza. Finora ha risposto in modo del tutto insoddisfacente in termini di anticipi alle nostre richieste di risarcimento. Chiediamo all’assicurazione che ci dia il massimale previsto per i terribili danni patiti da me e da mia figlia Aurora, e cioè 5 milioni di euro” dice la madre.
Ma l’INPS, intanto, non paga. O meglio: l’ente pensionistico ha incassato dall’assicurazione 195mila euro e le ha liquidato una rendita parametrata a un’invalidità superiore al 66%. Poi in base alla ‘revisione’ la pensione di Aurora è stata ritirata perché secondo le commissioni dell’INPS i sintomi sono stabili, ora, “sotto il 66%, e dunque l’indennizzo non è previsto”. Ma l’INPS si è guardato bene dal restituire i 195mila euro incassati dall’assicurazione.
La vita di Aurora e della madre è ostaggio di quella giornata, quando l’uomo sotto effetto di droghe ha rovinato la loro vita per sempre: e oggi, la burocrazia la rende difficile per una seconda volta.

Roversi MG.