Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

18enne fingeva di essere una ragazza circuendo alcuni ragazzini a compiere atti sessuali per lui

CONDIVIDI

Un adolescente che fingeva di essere una ragazza è stato imprigionato per sei anni dopo aver ingannato alcuni ragazzi pretendendo che compiessero atti sessuali per lui.

Harry Johnson avrebbe fatto finta di chiamarsi Melissa, Amie o Becca mentre circuiva sette bambini tra gli 11 e i 16 anni. In un caso ha costretto due fratelli a praticarsi del sesso orale a vicenda mentre in un altro caso ha preteso che un ragazzo facesse sesso con il suo cane.

In una dichiarazione sull’impatto che questo episodio ha avuto sui due fratelli, la madre dei due ragazzini ha dichiarato: “Mi sentivo fisicamente malata. L’innocenza dei miei ragazzi è stata portata via. L’effetto che questo ha avuto sulla nostra famiglia non lo auguro a nessuno. E’ una situazione disgustosa, devastante, che ti cambia la vita per sempre“.

Il ragazzo, appena maggiorenne, era solito inviare delle immagini di ragazze nude alle sue vittime mentre li filmava masturbarsi per lui. La polizia ha inoltre trovato del materiale pedopornografico scaricato sul suo computer.

Si è dichiarato colpevole a 22 capi d’accusa presso il Tribunale di St Albans Crown Court relativi a crimini risalenti tra il gennaio e il luglio 2016.

In una nota letta alla corte, Johnson ha dichiarato: “Sono veramente dispiaciuto per le persone che ho preso di mira e per le persone che ho ferito a causa delle mie azioni. Ero sconsiderato ed egoista. So di non poter annullare quello che ho fatto“.

Mario Barba