Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Rigopiano, la telefonata choc prima della valanga mortale: “Quelli dell’hotel non rompano il c…”

0
CONDIVIDI

Spuntano fuori altri retroscena inquietanti nella terribile tragedia del Rigopiano. Infatti poco prima che una slavina di neve seppellisse l’hotel Rigopiano, a Farindola (Pescara) il 18 gennaio scorso, causando 29 morti, il direttore dell’hotel aveva sollecitato il dirigente del sevizio viabilità per farsi dare una turbina, allo scopo di portare via gli ospiti.

La conversazione telefonica scioccante si è svolta fra il funzionario provinciale Mauro Di Blasio e il dirigente del servizio viabilità Paolo D’Incecco, che ora sono fra gli indagati per la tragedia del Rigopiano.
Si legge nella trascrizione della conversazione telefonica: “C’è il direttore dell’hotel Rigopiano“, dice Mauro Di Blasio a Paolo D’Incecco intorno alle 9,30 di mattina, “Chiede una turbina per far ripartire gli ospiti, bloccati dalla nevicata”.
E Paolo D’Incecco risponde: “Quello dell’albergo non deve rompere il c…o. Digli che deve stare calmo”.

Ma qualche tempo più tardi, anche se nessuno se lo poteva immaginare, una slavina avrebbe travolto tutti coloro che si trovavano nell’hotel, causando la morte di 29 persone. La telefonata di D’Incecco è stata registrata perchè al tempo l’uomo era indagato per un fascicolo sugli appalti della Regione Abruzzo e aveva il telefono controllato. D’Incecco Il giorno prima aveva bocciato la proposta di Di Blasio, che suggeriva di chiedere delle turbine all’Anas per sostituire quelle della Provincia ferme per guasti.

Roversi MG.