Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente Filmato segreto mostra le atrocità commesse dai pescatori giapponesi sulle balene

Filmato segreto mostra le atrocità commesse dai pescatori giapponesi sulle balene

Ci sono voluti più di nove anni e cinque anni di dura battaglia legale durata cinque anni affinché il terrificante filmato che mostra una baleniera inseguire e cacciare una balena bianca nell’Oceano Pacifico (nella zona di oceano compresa tra il Giappone e l’Australia) venisse reso pubblico e mostrasse al mondo lo scempio compiuto ogni giorno dai cacciatori di balene in quella zona del mondo nonostante una legge internazionale vieti la caccia ai grossi mammiferi in via d’estinzione.

Il filmato in questione venuto a galla grazie all’instancabile impegno dell’associazione in difesa degli animali marini ‘Sea Shepherd‘ è di una crudeltà senza pari: nelle immagini si vede il gigantesco mammifero che viene più volte arpionato ed alla fine viene tirato in prossimità della grossa imbarcazione e tirato fuori dall’acqua per essere terminato.

A parlare di questo caso è Jeff Hansen direttore dell’associazione animalista che ai media spiega: “Nel 2008 il governo australiano ha inviato una serie di documenti con i quali impediva alle baleniere giapponesi di cacciare nell’Antartico australiano. Questa era l’area a sud dell Oceano Pacifico in cui le balene venivano e vengono ancora cacciate con l’ausilio di queste navi”. Hansen afferma che nonostante le leggi internazionali a salvaguardia delle balene ed il divieto del governo australiano, secondo un recente report scientifico, sono circa trecento le balene massacrate dai cacciatori giapponesi.