Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Di Maio contro Berlusconi? Travaglio risponde a Scalfari

Di Maio contro Berlusconi? Travaglio risponde a Scalfari

Il programma di approfondimento politico ‘di Martedì‘ condotto da Giovanni Floris su La7 ha ospitato nella puntata di ieri Marco Travaglio. Trovandoci in prossimità delle elezioni, un’opinione sulla futura guida del paese era scontata, come scontata era la disamina del giornalista nell’esprimere una preferenza tra Di Maio (candidato premier dei 5 stelle) e Berlusconi in risposta alle parole di Scalfari.

Travaglio non ha dubbi, infatti, sull’indicare Di Maio ed il Movimento come la scelta da compiere alle prossime elezioni ed esprime la sua preferenza senza mezzi termini ricordando al conduttore ed ai telespettatori quanto fatto dall’ex premier nel corso degli anni in cui è stato al potere. La sua arringa inizia con una domanda retorica: “Cosa deve fare Berlusconi per dimostrare di essere un po’ peggio di Di Maio?”. Quindi continua con un elenco dei misfatti di cui è stato accusato l’ex cavaliere: “Uno che ha guidato aziende che hanno corrotto politici, corrotto magistrati, corrotto finanzieri, comprato sentenze, pagato la mafia, corrotto senatori. Uno che ha fatto disastri in ogni campo, quando a governato, dalla sanità all’istruzione alla finanza”.

La critica nei confronti di Berlusconi, però, non si ferma alla sfera polico-economica ma va oltre e sfocia in ambito personale, toccando quello che è il concetto della donna che ha il leader di centro destra: “Quando gli dicevano: ‘Mi ha figlia ha difficoltà a trovare lavoro’ rispondeva ‘Presentagli un ragazzo ricco, presentagli mio figlio’. Cioè un idea arretrata, arcaica, di un altro secolo che ancora sentiamo ripetere”, quindi si chiede come sia possibile avere dubbi su chi sia meglio tra Berlusconi e Di Maio. In conclusione travaglio aggiunge che se giustifica un’eventuale scelta di Berlusconi da parte delle vecchie generazioni, trova assolutamente assurdo che la medesima decisione venga presa dai ragazzi.

F.S.