Home Tempi Postmoderni L'Anti Bufala Bambina di 3 anni crocifissa e stuprata: ecco la verità

Bambina di 3 anni crocifissa e stuprata: ecco la verità

Qualche giorno fa è apparsa in rete la notizia di una bambina che è stata crocifissa sul tavolo della cucina per poi essere stuprata da quattro africani mentre i genitori della piccola erano stati sgozzati.

La notizia è apparsa su diversi giornali online, facendo riferimento ad una presunta intervista rilasciata da Simon Roche, presunto presidente dell’associazione di difesa civile Suidlanders, nella quale dichiarava che in Sud Africa è in corso un vero e proprio sterminio delle persone bianche da parte della comunità nera.

Nel prosieguo di questa fantomatica intervista, Roche racconta alcuni avvenimenti sconvolgenti come il caso di una coppia d’anziani bruciati vivi con dell’acqua bollente o quello di una bambina di 3 anni crocifissa e stuprata da quattro uomini neri. Quest’ultimo caso, per ovvi motivi, ha avuto un grande impatto mediatico, smuovendo la coscienza e l’indignazione di molte persone.

Quest’intervista però non è mai esistita. Basta una ricerca più accurata e noteremo subito vari tasselli mancanti. Il primo di tutti è che l’associazione ‘Suidlanders’ è un’iniziativa, fondata ufficialmente nel 2006, di pianificazione di emergenza per preparare la minoranza cristiana protestante sudafricana a una prossima rivoluzione violenta; quindi non proprio un’associazione di difesa civile. Inoltre, Simon Roche, potrebbe non esistere, visto che non c’è alcuna notizia ufficiale riguardo a lui, ma solo una serie di firme su alcuni articoli per conto proprio della ‘Suidlanders’. Non vi è, quindi, alcuna fonte ufficiale che conferma la veridicità di queste parole e non si è troppo malfidenti di questi tempi per non pensare che sia tutto frutto di una gigantesca bufala per alimentare l’odio razziale.

Mario Barba