Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Madre massacra la sua bimba con un cucchiaio. Sentenza choc: neppure un giorno in prigione

CONDIVIDI

Non farà neppure un giorno di galera Lorien Norman, australiana di 26 anni e madre di una bambina di otto mesi che ha colpito e massacrato più e più volte con un cucchiaio. La donna ha aggredito la bambina e nonostante sia stata effettivamente giudicata colpevole per questa violenta aggressione alla bimba di soli 8 mesi, non si farà neanche un giorno di galera.

Ha lasciato sotto shock più di una persona, infatti, la decisione del giudice Jack Costello, che ha detto “Sebbene tutte le aggressioni verso i bambini, specialmente così vulnerabili e in tenera età, da parte di un genitore siano genericamente una violazione della fiducia, la sua ingiuria è lontana dalle più gravi ingiurie dello stesso tipo in termini di grado di forza utilizzato e di durata dell’aggressione”.

Il giudice ha anche aggiunto: “In questo caso noto in particolare l’opinione del pediatra che ha curato la bambina e che ha asserito che non ci sono fratture o ferite intracraniche e che le ferite possono essere completamente curate”.
Così la donna se l’è cavata solamente con una multa di 500 dollari e con la promessa di due anni di buona condotta.
Anche se, quando è arrivata la polizia, Lorien non solo aveva picchiato la bambina ma aveva anche minacciato di gettarla dal balcone.
Il papà della bimba, Shane McMahon, è sconvolto dalla decisione del giudice: “Sono disgustato e veramente senza parole” ha detto ai giornalisti.

R.M.G.

Guardate come se l’è cavata la madre…