Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Sisma magnitudo 6.3 colpisce Iran e Papua. “Un disastro”. Esperti: “2018 sarà anno dei terremoti”

CONDIVIDI

La terra trema ancora in Iran, con estrema violenza. Una forte scossa di terremoto, magnitudo 6.3, ha colpito il Paese, epicentro a 50 km a est della città di Kerman (a circa mille km da Teheran), nella provincia omonima, a profondità 33 km.
La città di Kerman ha circa 800mila abitanti.

Il terremoto ha immediatamente mandato in tilt le linee telefoniche. La scossa è avvenuta alle 6.32 ora del luogo: in Italia erano le 3.32.
La zona in questione, già ad ottobre, era stata colpita da un sisma di magnitudo 5.2, terremoto che non aveva fortunatamente causato delle vittime. Il 12 novembre scorso invece un fortissimo sisma, magnitudo 7.2 ha colpito e distrutto il confine nord tra Iran e Iraq, causando almeno 530 morti e oltre 7mila feriti.

Non solo Iran: una scossa si è registrata anche in Papua Nuova Guinea, magnitudo 6 davanti alla costa nordest.
Non c’è rischio tsunami, in Papua: la zona colpita è nel territorio che viene chiamato ‘anello di fuoco’, una zona spesso soggetta ad attività sismiche.

Secondo esperti californiani della Università della California del Sud, il prossimo anno sarà caratterizzato da molti terremoti. “Se l’ipotesi è corretta, il prossimo grande evento si avrà presto, perché da 4 anni a questa parte la Terra ha iniziato un rallentamento periodico della sua rotazione. A partire dall’anno prossimo il nostro pianeta potrebbe subire 5 grandi terremoti in più rispetto alla media annuale di 18 terremoti”.

R.M.G.