Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Ragazzo in metropolitana costretto a scusarsi per essere gay

Ragazzo in metropolitana costretto a scusarsi per essere gay

La polizia sta dando la caccia a due persone che hanno costretto un ragazzo di 19 anni a scusarsi per essere omosessuale, strozzandolo in metropolitana.

I due ragazzi hanno preso di mira il 19enne sulla metro della linea Jubilee tra West Ham e North Greenwich. La ‘British Transport Police‘ ha rilasciato oggi le immagini di due uomini che si dice siano più aggressivi quando sfidati. I due ragazzi sono saliti sulla metro del West Ham e hanno iniziato ad abusare della vittima e dei suoi amici, usando un linguaggio omofobico. Uno dei due ha poi preso di peso il ragazzo dal suo posto e ha cominciato a strangolarlo.

Il secondo gli ha preso il cellulare e poi lo ha minacciato di accoltellarlo. Gli ordinarono di scusarsi per essere gay, cosa che fece perché non riusciva a respirare.

Dopo averlo infine lasciato andare, hanno restituito il telefono al ragazzo, ma i suoi amici non potevano più contenersi e hanno iniziato a lottare contro i due ragazzi. Uno di loro, una ragazza di 25 anni, è stato colpita in faccia da un pugno, riportando diversi ematomi. Le vittime hanno lasciato la metro a North Greenwich dopo che uno di loro ha fotografato i due ragazzi.

La polizia britannica dei trasporti ha dichiarato infine che “i reati motivati dall’odio non saranno tollerati dalla British Transport Police. Crediamo che tutti abbiano il diritto di viaggiare in sicurezza. Non tollereremo comportamenti in cui qualcuno è preso di mira perché percepito come diverso“.

Mario Barba