Home Tempi Postmoderni Animali & Ambiente

E’ l’essere vivente vertebrato più anziano del mondo: è anche più anziano di Shakespeare!

CONDIVIDI

In questi giorni un gruppo di scienziati hanno analizzato quello che si ritiene lo squalo più anziano del mondo. Stando alle analisi effettuate, infatti, il monumentale predatore sarebbe anche l’essere vertebrato più anziano del mondo e con i suoi 512 anni sarebbe nato prima di William Shakespeare. Questa particolare specie di squali che abita nelle acque gelide a nord della Groenlandia è nota per la secolare longevità (gli esemplari vivono per diversi secoli) che viene misurata in base alla loro lunghezza: gli squali groenlandesi crescono di un centimetro all’anno.

L’analisi della lunghezza e la datazione in carbonio effettuata sui suoi tessuti ha permesso agli studiosi di stabilire un range di vita di questo esemplare che va dai 272 ai 512 anni. Proprio l’eccezionale longevità di queste creature incuriosisce gli studiosi che da anni cercano di comprendere quale sia il segreto della loro vita centenaria. A tal fine un gruppo di studiosi norvegesi ha isolato il dna mitocondriale di sedici esemplari e adesso sta studiando il nucleo della cellula in cui dovrebbe essere contenuta buona parte del gene della specie.

A parlare della ricerca con i media è stato il professor Kim Praebel, a capo della ricerca, che ha spiegato come l’analisi di queste cellule potrebbe non solo farci capire il perché alcune specie sono più longeve di altre, ma anche come l’inquinamento umano ha influito sulle creature marine nel corso di questi ultimi secoli.

F.S.