Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Il video è troppo hot, pop star condannata a due anni di...

Il video è troppo hot, pop star condannata a due anni di carcere

La pop star egiziana Shyma è stata arrestata e condannata a due anni di prigione per aver propagandato dissolutezza nel videoclip del suo ultimo singolo ‘I Have Issue‘. La scena incriminata mostra la fascinosa cantante che simula la fellatio mentre mangia una banana. La scena è decisamente erotica e non ci sono dubbi sul fatto che l’artista volesse simulare proprio un rapporto orale, dato che nel frame precedente inondava le banane con il latte. Anche il resto del video presenta a più riprese rimandi sessuali di vario genere: dal momento in cui la cantante lecca una mela a quello in cui si sfila un parte del reggiseno mentre balla in lingerie.

All’uscita del video è seguita una bufera mediatica con migliaia di utenti che davano addosso alla cantante su Facebook per la mancanza di moralità di quelle scene. L’artista, il cui vero nome è Shaimaa Ahmed, si è scusata con tutti coloro che si erano offesi dicendo che non si aspettava una simile reazione. Quindi il 18 novembre scorso è stata arrestata con l’accusa di condotta dissoluta. In seguito all’arresto, la cantante ha dichiarato alle forze dell’ordine che non era a conoscenza del formato finale del video e che il regista aveva inserito le scene controverse senza il suo consenso.

Ciò nonostante Shyma è stata condannata a due anni di carcere, così come il regista del video. Non vi è dubbio che l’intenzione di regista e artista fosse quella di scioccare il pubblico con un video ad alto contenuto erotico che sfida la morale del popolo egiziano, la condanna, però, risulta alquanto severa almeno per gli standard che abbiamo qui in occidente. Quanto accaduto alla cantante, però, non è una assoluta novità in Egitto, dove simili provvedimenti sono stati già presi da quando sono state approvate le leggi sulla morale dal governo presieduto da Abdel Fattah al-Sisi

F.S.