Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Norcia, terremotati e la tassa choc: “La tassa sui rifiuti anche per le case distrutte o inagibili per il sisma” 

CONDIVIDI

Pagare la tassa dei rifiuti per le case inagibili perchè distrutte dal sisma. Non è uno scherzo di cattivo gusto ma la lettera che si sono viste recapitare tantissime famiglie di terremotati di Norcia.
Il problema è che il Comune di Norcia chiede il pagamento della Tari per tutto il 2016 ai proprietari degli immobili sul territorio del comune, inclusi anche quegli immobili che semplicemente non esistono più in seguito al terremoto, sono distrutti o inagibili per cause di sicurezza.

In teoria, se arriva l’avviso di pagamento della Tari per gli edifici inagibili, bisognerebbe restituire tutto al comune. In pratica, le tempistiche per farlo sono strettissime e molti terremotati hanno ricevuto l’avviso della Tari all’ultimo istante, trovandosi così in seria difficoltà nella restituzione della documentazione.
Infatti le lettere sono datate 28 novembre 2017 ma in alcuni casi sono arrivate solo negli ultimi giorni, ed il Comune di Norcia ha pubblicato la scadenza per il pagamento della prima rata il 15 dicembre.

Sull’avviso c’è scritto che i cittadini che hanno ricevuto l’avviso Tari per edifici distrutti o inagibili devono recarsi agli uffici del comune di persona per restituire “l’avviso TARI 2016, completo di modelli F24, per l’annullamento con allegati i relativi documenti che comprovano l’Inagibilità (scheda FAST, AEDES o Ordinanza Sindacale)”.
Ma molti si chiedono se non fosse meglio effettuare dei controlli prima di inviare l’avviso ai cittadini, così da evitare – ancora – disagi per la popolazione terremotata.

R.M.