Home Tempi Postmoderni Curiosità Riportato alla luce un antico porto romano nascosto nel Mediterraneo

Riportato alla luce un antico porto romano nascosto nel Mediterraneo

antico porto impero romano
antico porto impero romano

E’ una testimonianza storica davvero emozionante e ricca di sorprese, quella mostrata in un video dedicato ai ‘segreti’ di un antico porto dell’Impero Romano. Una costruzione risalente a 1400 anni fa scoperta da una squadra di sommozzatori, rimasta per secoli celata dal mar Mediterraneo dopo essere stata distrutta in seguito ad un catastrofico terremoto avvenuto tra la fine del VI e l’inizio del VII secolo dC.

 

L’incredibile scoperta è stata fatta a Corinto, sulla costa della Grecia, dopo mesi di scavi sottomarini: i subacquei hanno trovato prove concrete dell’antica ingegneria romana su una superficie di circa 430 mila piedi quadrati, con segni visibili di infrastrutture quali gru di legno, banchine e bacini. Chiamato ‘Lechaion’, il porto collegava, insieme ad un altro scalo, l’antica città di Corinto alle reti commerciali del Mediterraneo: la Grecia venne conquistata dall’Impero Romano nel 146 aC, si pensa dunque che Giulio Cesare abbia ricostruito il centro nel 44 aC inaugurando un lungo periodo, durato diversi secoli, di ricchezza e prosperità per la fiorente metropoli. I ricchi vivevano infatti in enormi ville, con diversi schiavi a disposizione per assecondare ogni loro capriccio e lusso che il denaro poteva comprare. Ma dopo il forte terremoto, il porto fu abbandonato: secoli di sedimenti depositati hanno permeso di preservare il legno ed altri materiali organici, che si sono conservati da allora sino ad oggi. Il sito è stato individuato pochi anni fa ma solo neel 2015 si è iniziato a scavare, nell’ambito del Lechaion Harbor Project. Il team di archeologi ha anche scoperto diverse ceramiche provenienti da Italia, Tunisia e Turchia, che venivano qui trasportate via nave.

Daniele Orlandi