Home Tempi Postmoderni Curiosità Non pagare il canone Rai? Ecco quali sono i requisiti

Non pagare il canone Rai? Ecco quali sono i requisiti

In molti si chiedono come non pagare il canone Rai, domandandosi quali siano i requisiti da soddisfare per essere esentati da questa tassa.

Ricordiamo innanzitutto che la tassa in questione è relativa al possesso di un apparecchio televisivo in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale satellitare e/o digitale terrestre ed è obbligatorio pagarla se si dispone di un apparecchio del genere.

Ora, grazie all’aiuto dell’ormai celeberrimo Salvatore Aranzulla, elenchiamo i requisiti da soddisfare per non pagare il canone.

Sostanzialmente, l’esenzione dalla tassa in questione può avvenire nel caso in cui non si dispone di un apparecchio televisivo.

Qualora non fossimo possessori di una televisione dovremo inoltrare di anno in anno una domanda all’Agenzia delle Entrate in cui si attesta di non essere in possesso di alcun apparecchio in grado di ricevere o decodificare il segnale satellitare e/o il segnale del digitale terrestre.

Vi sono, però, altri casi in cui si è esenti dal pagamento del canone:

  • Avere un’età pari o superiore a 75 anni e un reddito non superiore a 6.713,98 euro.
  • Essere un agente diplomatico (art. 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961).
  • Essere un funzionario e/o un impiegato consolare (art. 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963).
  • Essere un funzionario di un’organizzazione internazionale.
  • Essere un militare di cittadinanza non italiana e/o far parte del personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenente alle forze armate della NATO (art. 10 della Convenzione di Londra del 19 giugno 1951).Se si rientra in qualcuno di questi casi, è possibile effettuare una richiesta per l’interruzione del pagamento del canone Rai, inoltrando all’Agenzia delle Entrate il modulo di dichiarazione di non detenzione (scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate). 
    Questa operazione dovrà essere seguito ogni anno.
    Mario Barba