Home Tempi Postmoderni Mistero Incontri ravvicinati: militare racconta di aver visto un Ufo da vicino

Incontri ravvicinati: militare racconta di aver visto un Ufo da vicino

filmato ufo
filmato ufo

E’ un filmato eccezionale e ad oggi inedito, quello diffuso dal Pentagono dopo la conferma di uno stanziamento di 22 milioni di dollari utilizzati per un programma dedicato alla possibile esistenza degli Ufo. Mostra un oggetto non identificato inseguito da due aerei da combattimento statunitensi; il filmato risale al 2004 ed è stato realizzato al largo della costa di San Diego, catturando un oggetto ovale e biancastro, particolarmente brillante, ed un globo più scuro mentre i jet, decollati dalla portaerei Nimitz, si trovano a poca distanza ed uno dei piloti – come riferito dal New York Post – a bordo dell’aereo da combattimento F/A-18 F della Marina Militare esclama, ‘questo non è un f****** drone fratello”, seguito da un’altra voce che aggiunge, ‘C’è un’intera flotta, sta ruotando’.

 

Il filmato è stato pubblicato dal Defense Department’s Advanced Aerospace Threat Identification Program, che ha speso, tra il 2008 ed il 2012, ben 16,5 milioni di sterline per le indagini legate agli avvistamenti dei piloti riguardanti oggetti volanti non identificati. Tra i piloti c’è David Fravor che al New York Times ha raccontato che strani oggetti erano stati rintracciati, in passato dalla USS Princeton, una delle 24 portaerei della classe Essex, costruita durante la seconda guerra mondiale per la United States Navy, la marina militare degli Stati Uniti d’America. Questi oggetti apparivano all’improvviso a 80mila piedi prima di precipitare verso il mare fino ai 20mila piedi ed uscire dall’area visiva, scomparendo nel nulla. Tra le testimonianze c’è anche chi giura di non aver mai visto un oggetto volante accelerare all’improvviso in quel modo, superando come niente fosse gli aerei F-18. Il Pentagono ha confermato che il video ed il relativo audio sono stati esaminati come parte del programma di indagine sugli Ufo.

Daniele Orlandi