Home Tempi Postmoderni L'Anti Bufala

Ricordate la truffa del “bancomat contactless”? Non è altro che una bufala

CONDIVIDI

Qualche tempo fa era girata una notizia che aveva molto allarmato i possessori di bancomat, ovvero la diffusione della tecnologia “contactless” utilizzata per compiere delle vere e proprie truffe.

Stiamo parlando soprattutto dello strumento POS (in inglese Point of Sale) che viene utilizzato ormai da molti esercenti per facilitare le operazioni di pagamento: sotto le 25 euro basta il semplice contatto con il bancomat e il gioco è fatto, senza che venga inserito anche il PIN.

Ebbene, alcune testate avevano riportato un post su Facebook (che era diventato molto virale, ndr) dove veniva fotografato un uomo sul treno mentre maneggiava proprio lo stesso dispositivo che solitamente troviamo nei negozi. Stando a quanto affermato dall’autore del post, ripreso da diversi media, l’individuo riusciva a sottrarre denaro ai passeggeri appoggiando semplicemente il dispositivo sui loro portafogli.

Una pratica che addirittura veniva considerata molto diffusa, tanto che veniva data per certa la circolazione nel giro di poco tempo di portafogli in grado di fare da schermo e proteggere quindi i dati sensibili.

Ovviamente il tutto si è rivelato una grande bufala: basti pensare che ognuno può verificare le transazioni sul proprio estratto conto, individuare il possessore del conto corrente e denunciare il “ladro”, con addirittura un probabile rimborso per il danno subito. Inoltre, almeno finora, nessuna banca ha segnalazioni in tal senso. La foto in questione e la relativa “narrazione” sono chiaramente frutto della fantasia.