Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Vuole arrestare Mattarella e Gentiloni: la nuova sparata dell’ex Generale

CONDIVIDI

Era passato un po’ di tempo dall’ultima volta che il generale Pappalardo aveva promesso di guidare il popolo italiano alla rivalsa contro la politica corrotta e collusa e, a dire il vero, ne avevamo anche sentito la mancanza. Non molti forse ricorderanno che verso la fine dell’estate, questo esuberante generale dei carabinieri in pensione aveva programmato una marcia su Roma che sarebbe dovuta culminare con le dimissioni del governo ed il potere finalmente in mano ai cittadini. La “Rivoluzioneera prevista per l’11 settembre, ma purtroppo quel giorno ha piovuto e i rivoluzionari, intimoriti dal mal tempo, si erano chiusi in una sala per riprogrammare il trionfale arrivo a Montecitorio.

Per qualche motivo, però, i rivoluzionari non si sono mai presentati e disperavamo che i propositi di rivalsa si fossero sopiti per sempre. Ma qualche giorno fa, per l’esattezza il 13 dicembre, i nuovi carbonari si sono riuniti ed hanno deciso che arresteranno il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e quello del consiglio Paolo Gentiloni. Il tutto avverrebbe alle soglie del natale, per l’esattezza domani 21 dicembre. Ad annunciarlo è lo stesso generale che sulla propria pagina Facebook, come ai bei tempi della rivoluzione, invita i cittadini ad unirsi all’arresto della classe politica corrotta: “Tutti a Roma, ad eccezione di mafiosi, criminali e collusi con la politica. Tutti gli altri possono partecipare. Viva l’Italia”.

Il leader del ‘Movimento Liberazione Italia‘ spiega che né magistrati né docenti universitari sono contro il suo proposito, ma che nessuno lo ha appoggiato apertamente per paura di rappresaglie. Questa, però, sarebbe la volta buona per vedere un’Italia finalmente libera dalla casta dei partiti guidati da Stati Uniti e Russia, non ci resta che attendere e vedere.

F.S.