Meteo da incubo: tutti preoccupati per Santo Stefano

0
CONDIVIDI

Santo Stefano da brividi. Natale con il freddo e la colpa è dell‘anticiclone di Natale che si indebolirà precocemente, per il decorso  di aria più umida dai quadranti occidentali che comporterà una nuova perturbazione.

 

Il meteo, descritto da Libero quotidiano.it, dice che “ le nubi a partire da Liguria, regioni tirreniche e Valpadana con i primi deboli fenomeni sul finire di lunedì: a Santo Stefano, dunque, secondo quanto scrive 3bmeteo sono previste pioggia e neve.

Nel corso del 26 dicembre infatti le correnti atlantiche si faranno più incisive e porteranno un primo peggioramento del tempo sulle regioni del Nord e su quelle centrali tirreniche: molte nubi con piogge generalmente di debole intensità, salvo rovesci più organizzati tra Liguria centro-orientale e alta Toscana, ma anche sull’area prealpina e dolomitica. Dunque la neve, che cadrà in montagna fino a 1000-1200 metri sulle Prealpi, a quote inferiori sui settori alpini più interni, oltre i 1400 metri in Appennino. Qualche piovasco – prosegue liberoquotidiano.it – atteso in giornata anche su Sardegna, Umbria, Lazio e Campania. Nubi e schiarite altrove.

Il peggioramento di Santo Stefano, secondo le previsioni, farà da apripista a un secondo passaggio perturbato, questa volta un po’ più intenso, che porterebbe una moderata ondata di maltempo tra 27 e 28 dicembre”.