Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo 19enne si presenta ad un colloquio e scompare. Giorni dopo la ritrovano...

19enne si presenta ad un colloquio e scompare. Giorni dopo la ritrovano in un borsone

La buona volontà di una ragazza di 19 anni, disposta a cercare un lavoro anche come governante per aiutare i genitori e mettere qualcosa da parte, è stata punita con un atto di efferata violenza che le è costato la vita: Kristina Prikhodko aveva risposto ad un annuncio di lavoro nel quale chiedevano una governante con l’aspetto di una modella. La giovane, sapendo di avere un aspetto piacevole, ha pensato che si trattava di un’opportunità da non perdere e si è presentata per il colloquio lo scorso 21 dicembre in una casa poco fuori Novosibirsk, solo che da quel momento non ha più fatto ritorno a casa.

A chiamare la polizia è stato il padre di Kristina, preoccupato dal fatto che la figlia non avesse fatto ritorno a casa dopo la lezione all’università. Le ricerche sono durate per 3 giorni fino a che il corpo della ragazza non è stato trovato in un bosco: la giovane era completamente nuda, avvolta in una pellicola trasparente e stipata all’interno di un borsone, sul corpo erano evidenti diversi segni di violenza. Dopo le analisi della scientifica si è scoperto che Kristina era stata prima violentata e poi strangolata a morte. Per l’omicidio della ragazza sono stati arrestati due uomini che da tempo sfruttavano il finto annuncio di lavoro per stuprare ragazze avvenenti.

Secondo quanto riferito da un portavoce della polizia, gli arresti sono avvenuti in due momenti differenti: “Il primo è stato catturato verso le 2, il secondo nel pomeriggio seguente. Entrambi sono stati interrogati e si trovano in carcere con l’accusa di omicidio. Uno di loro era stato indagato l’anno scorso per stupro, ma il caso è stato chiuso”. Sebbene i due uomini siano in carcere, le forze dell’ordine hanno chiesto alle ragazze di fare attenzione ad annunci simili, poiché come in questo caso potrebbero celare delle trappole.

F.S.