Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Ultim’ora: turista 30enne arrestata in Egitto per contrabbando di antidolorifici

CONDIVIDI

Secondo quanto riferito, Laura Plummer è stata imprigionata per tre anni per contrabbando di antidolorifici in Egitto.

La donna britannica è stata arrestata dopo essere stata trovata a portare 290 compresse di tramadolo nella sua valigia, un antidolorifico legale nel Regno Unito ma vietato in Egitto.

Il processo è stato spostato quando la donna è scoppiata in pianto mentre affermava che è stato tutta colpa di un fraintendimento con il suo interprete.

Il processo si è svolto questa mattina con un nuovo interprete e il “The Sun” riferisce che la donna è stata imprigionata da un giudice per tre anni.

La Plummer ha sostenuto che lei stava portando le compresse per il suo partner egiziano Omar Caboo, che soffre di gravi dolori alla schiena, e non aveva idea che fossero illegali.

La famiglia della ragazza ha definito la figlia come “ingenua“, temendo che venisse condannata a 25 anni di reclusione o, addirittura, alla pena di morte.

L’avvocato della donna, Mohamed Othman, ha dichiarato: “Per essere giudicati colpevoli di contrabbando di droga, bisogna essere consapevoli di possedere narcotici. Laura non sapeva che quello che trasportava era un narcotico“.

Mario Barba