Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Movimento 5 Stelle in calo nei sondaggi? Beppe Grillo non se ne dispiace. Anzi…

CONDIVIDI

In un Paese dove anche la pioggia diviene responsabilità del Governo, ambire alla possibilità di governare diviene una pretesa quasi sciocca (quando non suicida). Lo ha scoperto sulla propria pelle il Movimento 5 Stelle che – a Roma, per citare il caso più eclatante – s’è trovato al centro del mirino e delle critiche per quasi qualunque azione intrapresa dal sindaco pentastellato, Virginia Raggi.

Così, secondo quanto riportato stamane dal sempre caustico staff di Dagospia, il leader carismatico del Movimento Beppe Grillo avrebbe appreso con favore il calo dei pentastellati nei sondaggi: “nei sondaggi il MoVimento è in calo, e Grillo ha convinto Davide Casaleggio che la colpa sia di Giggino Di Maio. Se alle elezioni non sfonda quota 30%, il leaderino va in naftalina, e al ‘garante’ va benissimo così: lui sogna di essere il nuovo Pci, eternamente all’opposizione. Soprattutto, non vuole leader che durino: è lui l’unico leader”.

E sarebbe da leggere proprio in quest’ottica la scelta di Alessandro Di Battista di mettersi in standby. Una scelta “suggerita” proprio da Grillo: “Sarebbe stato proprio Beppone a sussurrare nell’orecchio di Alessandro Di Battista l’idea di non farsi da parte per questa legislatura, così da essere pronto al prossimo giro, che potrebbe arrivare anche prima del previsto. Il mantra di Grillo è: siamo un movimento e non un partito, dunque abbiamo bisogno di Masanielli tipo Dibba, mica di aspiranti democristiani”.